Nuova apertura
  • b&b-hellomilamo-breakfast-area
  • b&b-hellomilamo-camera-blu-2
  • b&b-hellomilamo-camera-kiwi
  • b&b-hellomilamo-particolare-3
  • b&b-hellomilamo-bagno
  • b&b-hellomilamo-palazzo
  • b&b-hellomilamo-breakfast-2
  • b&b-hellomilamo-breakfast
  • b&b-hellomilamo-breakfast-area-2
  • b&b-hellomilamo-particolare-2
  • 01-bnb-hellomilano-camera-blue-02
  • 02-bnb-hellomilano-camera-cherry-01
  • 03-bnb-hellomilano-camera-kiwi-01
  • 05-bnb-hellomilano-camera-orange-01
  • 06-bnb-hellomilano-area-breakfast-06
  • 08-bnb-hellomilano-area-breakfast-03
  • 09-bnb-hellomilano-camera-blue-07
  • 11-bnb-hellomilano-camera-kiwi-04
  • 12-bnb-hellomilanoreception-01jpg

Da non perdere a Milano

Dopo EXPO 2015, Milano ha definitivamente guadagnato la patente di città metropolitana votata anche al turismo. E' senz'altro la città italiana con il maggior numero di appuntamenti -sia nazionali che internazionali- Fiere, Congressi, Meeting, Convention, Moda, Spettacoli, Concerti, Arte, Cultura. Milano è inserita negli itinerari dei maggiori tour operator. Hello Milano vuole aiutare i turisti fai-da-te ad organizzare al meglio il proprio itinerario su misura.

Hello Milano ha selezionato per i suoi ospiti alcuni luoghi assolutamente da vedere a Milano.

 

Duomo di Milano
www.duomomilano.it
Indubbiamente è il simbolo di Milano.
La bellezza del Duomo è completata dalla guglia maggiore dove troneggia la celebre Madonnina, statua di rame dorato alta ben 4 metri. In una bella giornata di sole, dalle terrazze si gode una bella vista sulla città e sulle Alpi.

1338977134196

 

Cenacolo di Leonardo da Vinci
https://it.wikipedia.org/wiki/Ultima_Cena_(Leonardo)
L'Ultima Cena è custodita gelosamente all'interno del refettorio del convento domenicano di Santa Maria delle Grazie. Leonardo realizzò quest'opera di sorprendente bellezza sulla parete nord della grande sala tra il 1494 e il 1498. Numerose sono state le opere di restauro, e in particolar modo quella del 1999 ha restituito al dipinto i suoi colori originali. Per evitare che il dipinto possa ancora essere danneggiato, è conservato in particolari condizioni ambientali, ed è visitabile soltanto da gruppi di massimo 25 visitatori per volta, ogni 15 minuti.
Per controllare la disponibilità e prenotare la visita: http://www.vivaticket.it/?op=cenacoloVinciano

1448-2-grande-1-santa-maria-e-cenacolo

 

Pinacoteca di Brera
http://www.brera.beniculturali.it/Page/t02/view_html?idp=300
Ricchissima la collezione con alcune delle opere più famose del mondo: dalla Cena in Emmaus di Caravaggio al Cristo Morto di Mantegna, dalla Pala Brera di Piero della Francesca allo Sposalizio della Vergine di Raffaello. Accanto a queste opere famose ce ne sono molte altre, eccezionali anche se meno conosciute. Uno dei simboli di Brera è il quadro del Romanticismo per eccellenza:il Bacio di Hayez. La collezione arriva fino al '900 con operedi Braque, Modigliani, Picasso, Morandi, De Chirico e molti altri.

Milan - Pinacothaêque de Brera - Cour intCºrieure

 

Navigli di Milano
Solo Leonardo da Vinci poteva completare un'opera idraulica così complessa; con un sistema geniale di chiuse riuscì a collegare Milano con il Lago di Como. Mancava solo il collegamento con il mare attraverso il Po: a questo pensò Napoleone nel 1805 che completò la costruzione del Naviglio pavese. I Navigli hanno vissuto epoche alterne: hanno portato ricchezza ma poi hanno subito l'abbandono e l'inquinamento, una buona parte sono stati interrati. Oggi vivono una rinascita e sono al centro di numerosi progetti di riqualificazione: il primo portato a compimento è quello della nuova Darsena, nel Naviglio Grande, avvenuto con l'Expo 2015. Piste ciclabili, battelli, zone relax si affiancano alle tradizionali osterie, le boutique e i negozi degli artisti.

 

Castello Sforzesco
www.milanocastello.it  

La prima costruzione fu voluta da Galeazzo ma fu Francesco Sforza a dargli la forma attuale. Il Castello ha svolto quasi sempre il ruolo di cittadella militare ed è uno dei castelli più grandi d'Europa. Da sempre luogo legato alla guerra, alle dominazioni e ai lutti, nel Novecento il Castello cambiò volto e assunse l'aspetto di un luogo di cultura, impiegato per tutelare le testimonianze dell'arte lombarda. Attualmente il Castello Sforzesco è ricco di musei: al piano terreno della Corte Ducale c'è il Museo d'Arte Antica, al primo piano la raccolta dei mobili e la Pinacoteca, al primo e secondo piano della Rocchetta ci sono le raccolte d'Arte Applicata e il Museo degli Strumenti Musicali, nel sotterraneo della Corte Ducale ci sono il Museo della Preistoria e Protostoria e il Museo Egizio. Il Castello contiene alcuni capolavori dell'arte italiana: la Pietà Rondanini di Michelangelo, gli affreschi di Leonardo nella VIII sala del Museo d'Arte Antica, la Madonna in Gloria e santi Giovanni Battista, Gregorio Magno, Benedetto e Gerolamo del Mantegna nella Pinacoteca e lo straordinario ciclo di arazzi raffiguranti i dodici mesi del Bramantino, nella Sala della Balla.

index

 

Galleria Vittorio Emanuele II
Costruita nella prima metà del XIX secolo quale passaggio coperto per mettere in comunicazione Piazza Duomo e Piazza della Scala. La Galleria è il salotto buono di Milano, dove ci si dà appuntamento per farsi vedere, acquistare o semplicemente prendersi un caffè.

VITTORIO-EMANUELE-GALLERY-MILAN

 

Chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore
www.touringclub.it/notizie-di-viaggio/san-maurizio-un-capolavoro-rivelato-nel-cuore-di-milano
Dopo 30 anni di restauri la magnifica chiesa rinascimentale di San Maurizio è tornata a splendere. Edificata ai primi del '500 sui resti di un antico luogo di culto, la chiesa era annessa al Monastero Maggiore dell'ordine delle Benedettine di cui oggi rimane il chiostro d'ingresso, parte integrante del Museo Archeologico. La suddivisione dello spazio interno in due parti (uno aperto ai fedeli, e un altro, quello posteriore, riservato alle monache del monastero che assistevano alla messa da una grata) testimonia l'antica destinazione della struttura.La semplice facciata dell'edificio su Corso Magenta non lascia presagire il sorprendente interno ricco di meravigliosi affreschi che ricoprono l'intera struttura architettonica, motivo per cui la chiesa è stata definita la Cappella Sistina di Milano. Le decorazioni ad affresco dai colori vivaci si estendono per ben 4mila metri quadri e sono opera di alcuni fra i più grandi Maestri della pittura lombarda del Cinquecento.

san maurizio2